September 8, 2016
Print

La Svizzera inclusa nella “White List”

svizzera_white_list

Roma ha deciso che anche la Confederazione figurerà nell’elenco dei Paesi cooperativi in materia fiscale.

I rapporti commerciali fra l’Italia e la Svizzera diventano più facili. Infatti Roma ha incluso la Confederazione nella «white list», ossia l’elenco degli Stati con i quali è possibile per l’Italia attuare un effettivo scambio di informazioni per poter applicare il proprio diritto interno, come si legge nel decreto del ministro delle Finanze italiano pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» di lunedì 22-08-2016.

Roma ha deciso di togliere in questo modo la Svizzera dalle sue numerose «black list», e di abolire totalmente queste ultime. Ora il sistema contempla solo una «white list», che conta più di 120 Paesi (fra cui alcuni che fino a qualche anno fa erano considerati «opachi», come Liechtenstein, San Marino, Hong Kong e, appunto, la Svizzera), e che ora sono, da un profilo fiscale, totalmente in regola.

Secondo il quotidiano italiano «Il Sole 24 Ore», il provvedimento ha due effetti immediati.

Il primo consiste nell’allargamento del novero dei Paesi ai cui residenti sarà permesso di investire in obbligazioni pubbliche e private senza essere soggetti all’imposta sostitutiva sugli interessi.

Il secondo effetto comporta l’ampliamento del mercato dei capitali per i soggetti pubblici e privati, non limitato alle obbligazioni, ma anche ad altre forme di finanziamento.

25/08/2016  http://www.ccisweb.com

There are no comments yet, add one below.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.